Compare il terminale su Chrome OS: il progetto Crostini prosegue

Compare il terminale su Chrome OS: il progetto Crostini prosegue

24 aprile 2018 0 Di admin

Chrome OS si prepara a lanciare la propria soluzione per eseguire applicazioni Linux: la conferma arriva dall’ultima versione 67 del canale Dev del sistema operativo, all’interno della quale è comparso un collegamento all’applicazione Terminale.

 

 

Si chiama Crostini la soluzione di Google che permette di non passare più per l’annosa procedura che richiede la modalità sviluppatore: il nome arriva da un gioco parole con chroot che ha portato alla soluzione precedente, Crouton(“crostini” in francese), che utilizzava appunto chroot per eseguire le applicazioni.

Terminale su Chrome OS

Le immagini diffuse da un utente di Reddit sono del tutto simili a quelle che erano emerse dalla documentazione presente nel repository del progetto Chrome OS. Altri utenti hanno confermato poi che è comparso il collegamento, ma che non è possibile scaricare l’applicazione Terminale per via di un errore nella connessione. Sembra, quindi, che manchi ancora del tempo prima che Google abiliti effettivamente questa funzionalità.

Il progetto Crostini sembra fare affidamento sulla virtualizzazione, invece che su chroot, per fornire le funzionalità richieste.

Il vantaggio di questa soluzione sta principalmente nella quantità e tipologia di software a disposizione: con il catalogo di software per Linux, Chrome OS diventerebbe molto più appetibile anche a utenti avanzati, oltre che a tutti quegli utenti che preferiscono utilizzare software che usano magari già sul proprio computer principale (LibreOffice, ad esempio).